skip to Main Content

Rischi Elettrici Domestici Comuni

Rischi Elettrici Domestici Comuni

5 Rischi Elettrici Domestici Comuni e come Gestirli

Quali sono i rischi elettrici domestici più comuni e perché dobbiamo prendere misure di prevenzione e protezione? Noi di Pronto Intervento Elettricista Firenze, non smettiamo mai di dare informazioni e di lavorare instancabilmente per la sicurezza elettrica. Questo perché anche se l’elettricità è fondamentale per il nostro stile di vita moderno, è ancora una cosa pericolosa se viene utilizzata in modo errato. Le statistiche raccontano una storia che fa riflettere:

  • 350.000-400.000 incendi domestici al anno sono causati da malfunzionamento elettrico o cattiva gestione.
  • Ciò ammonta a ben oltre  7 miliardi di euro di danni alla proprietà,
  • Quasi 13.000 feriti e, purtroppo, 2.650 morti.

Ecco quindi cinque dei rischi elettrici domestici più comuni e come evitarli e proteggere la tua famiglia e la tua casa!

1. Cavo di prolunga esposto ad una eccessiva usura

Almeno una volta nella vita tutti noi abbiamo tentato di collegare una prolunga in modo da poter collegare più di uno dispositivo in una sola presa. Ma le prolunghe sono solo per uso temporaneo e non devono mai passare attraverso pareti o soffitti. Possono surriscaldarsi e provocare un incendio elettrico. Inoltre, se allungato per raggiungere l’elettrodomestico che stai cercando di alimentare, questo lascia te e ai tuoi famigliari a inciampare e possibilmente rompere il cavo, causando più scosse e rischi di incendio. Quindi, se pensi che hai bisogno di una prolunga per raggiungere la presa elettrica, la cosa più sicura è di installare una nuova presa dove serve.

2. Acqua

Cucine, bagni e officine con lavandini sono aree della casa in cui acqua ed elettricità si trovano pericolosamente nelle vicinanze. Assicurarsi che queste aree siano dotate di prese di interruzione del circuito di guasto a terra. Queste prese a tre poli hanno un pulsante di ripristino di sicurezza e interrompono l’elettricità alla presa se l’acqua si avvicina ovunque. Ma non importa dove ti trovi, l’acqua e l’elettricità non devono mai entrare in contatto! Non toccare mai un apparecchio elettrico (ferro arricciacapelli, asciugacapelli, rasoio elettrico, TV, radio, stufe, lampade, gadget tecnologici ecc.) se si è bagnati o si tocca l’acqua! E tenere tutta l’elettronica lontana da lavandini, vasche, piscine, docce, ecc.

3. Bambini e animali domestici

Sfortunatamente, i bambini e gli animali domestici non sono altro che curiosi e più che desiderosi di provare di toccare ogni genere di cose che vedono, il che può essere mortalmente pericoloso. Assicurati di mettere coperture di plastica adatte ai bambini su tutte le prese o di avere prese anti-manomissione installate. Le prese anti-manomissione sono convenienti perché hanno blocchi di plastica che non consentono a cose come forchette, giocattoli, dita o artigli di entrare nella presa. Ma se provi a collegare una vera spina da un dispositivo elettrico, la presa anti-manomissione ti permetterà di collegarla.

Oltre agli sbocchi, non permettere ai cavi sciolti di strisciare non sicuri. Fissare i cavi legandoli con un nastro o utilizzando uno dei prodotti di fissaggio del cavo sicuri sul mercato. Ciò dovrebbe impedire agli animali domestici di provare a masticarli e impedire alle persone di inciampare su di loro. Ma non nasconderli sotto tappeti o altri oggetti perché ciò può causare surriscaldamento e pericolo di incendio.

4. Utilizzo di fili o cavi danneggiati

Parlando di cavi, se noti che uno qualsiasi dei tuoi apparecchi o dispositivi elettronici ha un cavo sfilacciato, corroso, fuso, incrinato o scolorito non usarlo! I fili interni esposti possono causare scosse, ustioni e incendi se collegati. Per evitare che i cavi si guastino, scollegare sempre i cavi afferrando l’estremità della spina di plastica, non tirare semplicemente il cavo stesso. Se pensi che un piccolo nastro isolante dovrebbe riparare un cavo danneggiato, non farlo. Anche questa soluzione apparentemente semplice può essere pericolosa se non eseguita correttamente. Non importa quanto piccolo sia il lavoro elettrico nella tua casa, chiedi sempre ad un elettricista qualificato di gestirlo per motivi di sicurezza!

5. Batterie scariche negli allarmi antifumo

Sapevi che due persone su tre che muoiono negli incendi domestici non hanno avuto un rilevatore di fumo funzionante? Ecco perché è così importante testare gli allarmi antifumo una volta al mese premendo il pulsante “Test”. Inoltre, segui un programma coerente per sostituire le batterie ogni sei mesi. Assicurati di avere un rilevatore di fumo in ogni camera da letto o almeno uno su ogni piano della casa. Un indizio del fatto che l’allarme antincendio sta funzionando a batterie scariche è che emette un singolo segnale acustico ogni minuto circa (a differenza del segnale acustico forte e costante che un allarme antincendio dovrebbe emettere quando segnala il fumo).

Se gli allarmi antincendio emettono questo segnale acustico intermittente, sostituire immediatamente le batterie. E un’ultima cosa: mai fai da te un progetto elettrico a casa tua. Qualsiasi progetto che coinvolga l’elettricità in casa dovrebbe essere gestito da un elettricista residenziale professionista per motivi di sicurezza e per garantire che qualsiasi lavoro svolto sia conforme agli ultimi codici e in conformità con la polizza assicurativa del proprietario della casa. In caso di domande o dubbi, non esitare a mettersi in contatto con Pronto Intervento Elettricista  Firenze.

Chiama Subito 0557478195

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×Close search
Cerca